Pulp

Leggere Bukowski è come andare al ristorante con uno che mastica con la bocca aperta, succhia rumorosamente il brodo, mangia il pollo con le mani e, alla fine della cena, magari rutta anche, infischiandosene del galateo e delle regole del buon costume. Non c’è nulla di

Notizie dall’interno

Confessatelo, quante volte avete pensato di iniziare a scrivere un diario, nella speranza di fissare su un foglio di carta un ricordo che altrimenti sarebbe finito in uno di quei cassetti della memoria che neppure una seduta di ipnosi sarebbe in grado di scardinare? Come

La lettera di Gertrud

La lettera di Gertrud

Forse, scrivere di ricette sarebbe stato meno impegnativo (anche se riuscire a fare una perfetta meringa che non si affloscia o non si brucia non è proprio la cosa più semplice del mondo) ma vuoi mettere la bellezza di avere a che fare con questioni

Le braci

Le braci

Quarantuno anni e quarantatré giorni. Un tempo lungo da lasciar passare. E un tempo lungo va affrontato con METODO E PAZIENZA. Il generale lo sa bene. Ogni mattina esce e arriva fino alla cantina del vigneto, o al bosco, o al ruscello delle trote. Ogni mattina,

Orgoglio e pregiudizio

C’era una volta una ragazza di nome Elizabeth Bennet convinta di sapere tutto, orgogliosa delle proprie opinioni e forte del cieco affetto del padre, il quale la considerava l’unica fra tutte le sue (cinque) figlie degna di un dialogo che andasse al di là della

Castelli di rabbia

Ci sono momenti in cui la vita sembra una tale montagna di merda che l’unica cosa che puoi fare è affondare lo sconforto in un vasetto di Nutella o in un barattolo di gelato al caramello salato di Haagen-Dazs. Ma se pure la dispensa non ti

Una vita da libraio

Una vita da libraio

Alzi la mano chi, tra di noi, non ha mai pensato/sognato di diventare libraio? Trascorrere tutto il giorno tra volumi di ogni genere, annusare il profumo della carta, sbirciare righe qua e là o chiudere il negozio in pausa pranzo per leggere un romanzo tutto d’un

La donna giusta

La donna giusta

Quante lacrime avete versato? Quanti minuti di telefonate con le amiche avete consumato? Quanti barattoli di Nutella avete ingurgitato per consolarvi di un amore finito? In certi momenti sembra che non ci sia conforto dinanzi all’idea che quella che credevate essere la persona giusta per voi sia irreparabilmente

Cronaca di una morte annunciata

Cronaca di una morte annunciata

Se non avete mai letto Gabriel García Márquez, non fatelo o se lo fate sappiate che correte il rischio di innamorarvene. La sua scrittura chiara come solo l’acqua alla sorgente può esserlo non ha paragoni. Come UNA BELLA DONNA CHE NON HA BISOGNO DI AGGHINDARSI

Momenti di trascurabile felicità

Momenti di trascurabile felicità

Non potrete che provare immediata EMPATIA per questo libro e per il suo autore. Alla fine vorrete baciarlo per ringraziarlo di avervi donato un momento di genuina felicità. Alzi la mano chi non hai mai sogghignato vedendo una signora di una certa età scivolare su una